La consegna del Ventaglio

Ieri, 26 luglio, presso Palazzo Quirinale, si è tenuta la tradizionale cerimonia del Ventaglio. Questa ricorrenza nasce nel lontano 1893 quando, durante una complessa discussione sulla legge bancaria, il presidente della Camera Giuseppe Zanardelli manifestò invidia nei confronti dei giornalisti che, muniti di un ventaglio lenivano le sofferenze provocate dal caldo torrido. I cronisti del tempo decisero così di regalare un ventaglio di carta, firmato da loro, al Presidente. Da allora, ogni anno, la consegna del Ventaglio è una ricorrenza molto importante nonché un’occasione per fare un bilancio politico e consegnare premi giornalistici istituiti dall’ASP (Associazione Stampa Parlamentare). L’attuale Presidente Mattarella è il quarto a ricevere questo dono dopo Giorgio Napolitano, Carlo Azeglio Ciampi e Oscar Luigi Scalfaro (il primo); oltre al Presidente della Repubblica, ricevono questo omaggio anche i Presidenti della Camera dei Deputati e del Senato in occasione di altre due cerimonie tenute, appunto, a Palazzo Montecitorio e a Palazzo Madama. Alla cerimonia partecipano alte cariche del Governo Italiano, esponenti del Parlamento, personalità del mondo giornalistico e gli iscritti all’associazione che,  insieme, completano il Direttivo dell’ASP; è infatti il presidente della stessa associazione a consegnare il Ventaglio. Quello dato oggi al Presidente Mattarella è stato realizzato da una studentessa dell’Accademia bolognese di Belle arti: la ventenne Marianna degli Esposti. Mattarella ha paragonato la sua creazione all’Europa, legata da un tessuto connettivo inestricabile di cui la stampa rappresenta l’elemento portante.

Il Capo dello Stato Mattarella ha esordito affrontando come primo tema l’informazione, considerando sia quella tradizionale che quella digitale. Ha ribadito l’importanza della libertà di stampa, tutelata dalla Costituzione attraverso l’articolo 21*. Parlando del web ha ricordato il ricco patrimonio informativo che esso ci fornisce, non dimenticando però i lati negativi come l’astio che da esso deriva; a questo proposito, ha raccomandato a tutti coloro che operano nella politica e nel giornalismo di non farsi contagiare da questo pericoloso virus affrontandolo con coraggio fino a contrastare persino opinioni ben diffuse, evitando, come accadeva nei Promessi Sposi del Manzoni, che il BUONSENSO stia nascosto per paura del senso comune.

Il Presidente – continuando – ha spostato l’attenzione sul dovere che ogni cittadino italiano ha verso il Paese di adempiere ai propri doveri nel rispetto della legalità. Da questo nasce la reputazione di un paese coeso, ordinato e ben amministrato; tutto ciò è un bene comune, collettivo, costituente di un patrimonio storico, culturale e di sani valori, che disegna il ruolo dell’Italia nella collettività europea.

Parlando dell’Unione, ha ricordato la necessità di tutelare la pace messa a dura prova dai rischi del nucleare e dalla corsa agli armamenti. Affrontando il tema dell’immigrazione, tematica fortemente attuale nel nostro Paese, ha comunicato la volontà dell’Unione Europea a elaborare un piano di interventi che possano giovare alla condizione italiana in modo da affrontare il problema, anziché dissuaderlo. Infine ha concluso dicendo che, se gli europei non ritrovano le ragioni del rilancio dell’Unione, è prevedibile il declino del continente data la concorrenza mondiale.

 

 

*Articolo 21 :

« Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...