EUROPA: CHE NON SIA UNA FASE… FINALE

Ci siamo. Tutte le italiane sono approdate alla fase finale delle rispettive competizioni, con l’eccezione del Napoli, retrocesso in Europa League.

Analizziamo nel dettaglio gli avversari delle nostre squadre.

CHAMPIONS LEAGUE

JUVENTUS-Tottenham Pochettino ha rivitalizzato gli inglesi, imponendo un modulo semplice ma che continua a stupire quale il 4-3-1-2 molto offensivo, con il genio di Dele Alli dietro gli enfant terribles Son e Kane. Gli inglesi prediligono un gioco sulle fasce che favorisce la discesa di Trippier, Rose o Aurier. In porta il portierone francese Hugo Lloris, centrali di difesa Dier e Vertonghen. Centrocampo formato dall’estro di Eriksen, Dembele e dell’alternanza fra Winks e Moussa Sissoko. Sono reduci dalla sconfitta per 4-1 contro lo straripante City di Guardiola.

Shahktar Donetsk-ROMA La squadra di Donetsk, esiliata a Kiev per i vari conflitti che hanno messo a ferro e fuoco la città, è sotto i dettami di Fonseca, che ha già fatto la storia nel club ucraino con l’impressionante qualificazione agli ottavi di finale proprio grazie alla vittoria sul City e l’eliminazione ai danni del Napoli. Gli ucraini giocano un calcio non spettacolare, ma pienamente essenziale, con un semplice giro palla che favorisce e alimenta il gioco di interpreti fondamentali come Marlos, Bernard e Taison a supporto della punta Ferreyra. Sono reduci dalla sconfitta per 2-1 con l’altra squadra “illustre” ucraina, lo Zorya.
EUROPA LEAGUE

NAPOLI-Lipsia→ Sfida molto dura per il Napoli. Il Lipsia è sicuramente una squadra eccessivamente ostica da battere col suo controllo palla ipnotico, apparentemente difficile da spezzare grazie a interpreti come Bruma e Kampl che agiscono sulle fasce, Naby Keita fulcro del centrocampo e goleador, e alle punte Timo Werner e Poulsen, due macchine da gol. Sono reduci dalla sconfitta per 2-3 contro l’Hertha Berlino.

Ludogorets-MILAN L’impegno più agevole è sicuramente toccato ai rossoneri. Contro i polacchi i rossoneri non dovrebbero apparentemente avere problemi. Gli interpreti non sono ovviamente di caratura internazionale, spicca però la presenza dell’attaccante Keseru, punta romena che da maggiore esperienza all’attacco. Sono reduci dall’1-2 col CSKA Sofia.

Borussia Dortmund-ATALANTA→ Che match. Due squadre dalle tifoserie spettacolari che si daranno battaglia senza esclusione di colpi. Certo, sarà suggestivo vedere l’Atalanta in campo al Westfalenstadion! Inutile dire che numerosi componenti del team tedesco sono popolarissimi e di innato talento, basti pensare a Mario Götze e Marco Reus, reduci da degli infortuni e la stella in attacco Pierre Emerick Aubameyang. Sono reduci dalla vittoria per 2-1 con l’Hoffenheim.

Steaua Bucarest-LAZIO→ Impegno tutto sommato agevole ma non troppo per la Lazio. La Steaua ha una storia gloriosa è un organico niente male, basti pensare alla qualità di Alibec in attacco e alla spinta del capitano Tanase sulla fascia sinistra.
La Steaua è reduce dalla vittoria per 2-0 col Viitorul Constanta. Tutto sommato, le nostre hanno tutte le qualità e i favori del pronostico affinché avanzino e speriamo tutti che non sia una vera e propria fase… finale.

Benito Girardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...