Champions League: l’Italia va… a metà!

Se Juventus e Roma possono gioire per il passaggio dei gironi, stessa cosa non può fare il Napoli, relegato in Europa League dalla sconfitta contro il Feyenoord e dalla contemporanea affermazione dello Shahktar Donetsk sul Manchester City.

Tutto già ampiamente previsto. Il Napoli è fuori dall’Europa che conta e scivola in EL a causa del tanto famigerato “biscotto” tra Shahktar e City che molti auspicavano alla vigilia ma che al contempo i tifosi del Napoli rinnegavano. “Andremo lì per vincere” sosteneva nell’antivigilia del match Pep Guardiola, tecnico del City, anche se in realtà pare volesse fare esattamente il contrario complice una formazione prudente e accorta e come volevasi dimostrare non spregiudicata. Al corso degli eventi si accompagna la disfatta partenopea a Rotterdam che preoccupa per la superficialità e la grinta ormai sperduta del Napoli.

IL FILM DELLA PARTITA

E pensare che si era anche messa bene per il Napoli, complice un avvio aggressivo che culmina col gol di Piotr Zielinski (che sostituiva l’infortunato Lorenzo Insigne) già al primo minuto e dei tentativi molto interessanti di Mertens e Hamsik attorno al quarto d’ora di gioco. Il Napoli sembrava crederci, perché da un lato in quel di Kharkiv si profilava una partita scialba e soprattutto al 15’ ferma ancora sullo 0-0 mentre dall’altro lato il Napoli era contro un avversario già matematicamente fuori dall’Europa. Il colpo finale invece arriva già al 26’ col gol di Bernard che porta in vantaggio lo Shahktar e mette la parola fine alle velleità di  qualificazione della banda di Sarri. La partita ora è decisamente calata, il Napoli sembra non crederci più, infatti dopo appena 6 minuti dal gol di Bernard arriva l’altra mazzata al morale partenopeo col gol di Ismaily che sancisce ulteriormente l’eliminazione del Napoli. Il Napoli si disunisce e subisce al 33’ il gol di testa di Jorgensen su perfetto assist di Berghuis, la partita scivola via fino al 47’ quando l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi. Al rientro in campo nessuno ha più motivazioni per giocare, salvo l’onore e l’orgoglio del Feyenoord che mette sul prato verde tutte le proprie forze e addirittura in alcuni momenti sottomette il Napoli. Il Feyenoord, in 10 dall’82’ per l’espulsione di Vilhena, meriterebbe il vantaggio che ottiene al 91’ col gol di St.Juste su cross dalla destra di Larsson. Finisce qui il match, il Napoli è fuori dalla Champions ed è costretta ad affrontare l’Europa League.

TOP&FLOP

NAPOLI

TOP = Marko Rog: Da subentrato di Allan, da molta più grinta e mordente al gioco del Napoli rispetto ai suoi compagni di squadra.

FLOP = Raul Albiol: Dorme tutta la partita. Perde Jorgensen e St.Juste su entrambi i gol, il Feyenoord ringrazia.

FEYENOORD

TOP = Jorgensen: Partita di sacrificio per l’attaccante del Feyenoord, grande contributo alla squadra, non soltanto per il gol fatto.

FLOP = Vilhena: Ingenuità del centrocampista che entra malissimo su Ounas e ancor prima compie una serie di entrate maldestre. Espulsione meritata.

In conclusione, 6 italiane vanno avanti “a metà” in Europa.

OTTAVI DI CHAMPIONS: Juventus e Roma.

SEDICESIMI DI EUROPA LEAGUE: Milan, Lazio, Atalanta, Napoli (retrocesso dai gironi di Champions).

I sorteggi per determinare i match di ottavi e sedicesimi avverranno lunedì 11 Dicembre dalle 12:00 in quel di Nyon (Principato di Monaco).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...